Pai sul Garda
Bellissimo paese addormentato e sconosciuto:
Pai di Torri del Benaco, sul lago di Garda
© Ralf Geryk 2014
Last Update: 28.06.2017

I tesori di Pai

La chiesa parrocchiale di San Marco

La  

chiesa  

parrocchiale  

di  

Pai  

nacque,  

in  

origine,  

come  

cappella

privata   

e   

solo   

con   

la   

fortificazione   

e   

la   

crescita   

della   

frazione,

divenne luogo di culto pubblico.

Numerosi   furono   gli   interventi   di   restauro   ed   ingrandimento   dell'edificio,   che   portarono l'aspetto   odierno.   Non   ultima   la   costruzione   della   terrazza,   su   cui   si   affaccia   ed   il   ripristino della facciata secondo un gusto neoclassico. La    parte    piú    antica,    l'abside    della    chiesa    moderna,    presenta    tratti    distintivi    che    la farebbero   risalire   al   periodo   tardo   gotico,   coincidente   con   la   prima   attestazione   del   luogo di culto, documentata in un atto del 1435. Tra   il   XVII   ed   il   XVIII   secolo   inizia   l'ampliamento   della   chiesa,   prolungata   verso   ovest   e   la sistemazione delle cappelle laterali. La   facciata,   come   giá   detto,   completata   nei   primi   anni   del   1900,   con   la   costruzione   della terrazza,   é   di   stile   neoclassico   e   vede   quattro   lesene   in   ordine   gigante,   che   sorreggono un frontone a timpano. L'interno   é   a   croce   latina,   con   un   breve   transetto   realizzato   dalle   due   cappelle   laterali,   a navata unica terminante nell'abside tardo gotica. Due sono gli altari laterali, in marmi policromi, dedicati alla Vergine ed a San Rocco. Nell'abside   si   possono   vedere   alcuni   laceri   di   affreschi   tardo   gotici,   inquadrabili   tra   la   fine del 1300 ed il primo 1400. Una   crocifissione   con   San   Marco,   Maria   e   la   Maddalena,   tre   riquadri   con   San   Rocco, Sant'Antonio Abate   e   Madonna   in   trono   con   bambino,   sulla   parete   settentrionale,   mentre sulla   parete   opposta   ci   sono   Sant'Antonio   Abate,   San   Gregorio   Magno,   Madonna   con bambino ed un secondo Sant'Antonio Abate con un santo crociato (forse San Griorgio). Presso   l'ingresso,   quasi   nascosto   da   un   confessionale   ottocentesco,   si   trova   un   bel   fonte battesimale   del   1500,   con   vasca   ottagonale   in   marmo   e   coperchio   ligneo,   con   statua   di San Giovanni Battista.